Europee, Gentile candidata per ridimensionare Emiliano e spunta il nome di Antonica

BARI- Michele Emiliano si prepara a sfidare il capolista del collegio sud forzista, Raffaele Fitto, con l’intenzione di spianarsi la strada per le regionali che sono sempre più vicine. E’ importante, però, fare una lista forte. Nelle ultime ore è spuntato anche il nome della vice segretaria regionale Pd, Sandra Antonica: c’è chi spinge sulla dirigente per un ticket con Emiliano.

Per ora, c’è da mettersi in fila: ci sono molti aspiranti. Ma i fedelissimi del segretario regionale sono sicuri: in campo non c’è ancora alcun ticket. Restano ancora pochi giorni per decidere, fino al 15 di aprile, poi bisognerà presentare le candidature. Michele Emiliano, dunque, dovrà fare i conti sicuramente con Elena Gentile. In realtà, l’assessore regionale sarebbe scesa in campo con l’intenzione di ridimensionare il sindaco uscente di Bari.

Si tratta di una sfida interna per le leadership: dove il consenso ottenuto determinerà gli equilibri futuri. Elena Gentile sarebbe la candidatura anti-Emiliano. Basta notare che, oltre a incontrare Pippo Civati, la leader pugliese civatiana ha incontrato, nelle scorse ore, renziani in dissidio con il segretario regionale, dalemiani e altri esponenti del Pd che non tollerano lo strapotere del sindaco barese.

I civatiani pugliesi stanno stringendo l’accordo con i dalemiani campani e i renziani detrattori del sindaco barese per il ticket della Gentile con Paolucci (un big dalemiano del partito democratico), o con qualche altro candidato campano.

“Lo schema Emiliano è semplice – spiega un dirigente che vuole restare anonimo – vuole fare una lista dove nessun nome possa metterlo in ombra, gente sulla sua stessa lunghezza d’onda, che possa portare i voti giusti per non farlo sfigurare con Fitto”.

Nelle prossime ore sarà chiaro se l’ “operazione Elena Gentile” riuscirà o meno, ma una cosa è sicura: c’è chi non dorme la notte per trovare una soluzione per arginare l’ascesa e lo strapotere del nuovo segretario regionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*