L’Udc sceglie NCD anche a livello locale, ticket Caroppo-Ferrarese per le europee

Alle europee l'Udc verso il listone unico con il Nuovo Centrodestra, che però mette già dei paletti sul simbolo. La decisione presa dalla direzione nazionale centrista cambia le cose a livello locale. Intanto nell'Udc spunta il ticket Ferrarese – Caroppo.

ferrarese_massimo

LECCE- Il Nuovo Centrodestra, dopo aver saputo della scelta dell’Udc in direzione nazionale, mette i paletti: va bene il listone unico con i centristi alle europee, ma il simbolo resta quello degli alfaniani. Le trattative sono in stato embrionale, a livello nazionale e locale. Una cosa è certa: la linea di Casini è stata sonoramente bocciata.

Lo storico leader centrista si era pubblicamente convertito all’alleanza con la nuova Forza Italia e stava preparando un ritorno in pompa magna, ma nel congresso la sua mozione è stata travolta. Nella direzione nazionale delle scorse ore, dove l’unico componente salentino è Luciano Cariddi (Salvatore Ruggeri riveste la carica di segretario amministrativo), si è preso atto che, scartata la strada che porta alle alleanze con la sinistra, l’unica via percorribile è quella di un accordo con gli alfaniani.

A Salvatore Negro, che aveva iniziato un dialogo con Ignazio Zullo, toccherà fare dietro front e chiudere con Cassano anche per le amministrative baresi.

La novità è che nel collegio sud Massimo Ferrarese, candidato su cui puntano da sempre i vertici regionali, sarà in ticket con Andrea Caroppo. Gli alfaniani salentini si concentreranno su questi due nomi per le europee, poi potrebbe esserci l’opzione della terza preferenza a favore di una donna, se la legge elettorale passerà anche alla Camera: in caso di passaggio della nuova legge, votando tre uomini saranno annullate due preferenze, perché il voto di genere sarebbe obbligatorio.

Con la scelta dei centristi le cose cambieranno anche a livello locale, per esempio a Copertino, dove il centrodestra si sfalda con tre candidature in campo: il sindaco uscente Rosafio, che va per la sua strada, Pando, candidato su cui punta Forza Italia e, infine, il vicesindaco Renato Mazzotta, candidato del Nuovo centrodestra, su cui cercherà di convergere anche l’Udc, viste le nuove direttive nazionali.