Fondazione Ico Tito Schipa, la corsa per salvare 200 posti

Durante il Consiglio provinciale, un ordine del giorno sul futuro dei dipendenti della Fondazione Ico “Tito Schipa”

ORCHESTRA SCHIPA

LECCE-  Seduta straordinaria per il Consiglio Provinciale di Palazzo dei Celestini. Al centro dei lavori odierni un ordine del giorno sul futuro dei dipendenti della Fondazione IcoTito Schipa, dopo lo svuota province.

Il Consiglio Provinciale ha votato all’unanimità, un ordine che impegna il governo a dare un’adeguata soluzione normativa finalizzata a dare stabilità ai 60 dipendenti della Fondazione “Istituzione Concertistica Orchestrale Tito Schipa” di Lecce; il presidente della Regione Puglia a modificare l’orientamento espresso dall’assessore Godelli e ad impegnarsi a dare certezza e stabilità ai dipendenti della Fondazione “Istituzione Concertistica Orchestrale Tito Schipa” di Lecce; l’intera deputazione salentina a farsi carico di avanzare proposte per una riforma rispettosa delle istanze del territorio e di una effettiva razionalizzazione dell’organizzazione dello Stato e della struttura amministrativa, capace di garantire, insieme all’efficacia, all’efficienza e all’economicità, anche il rispetto delle istanze di partecipazione democratica dei cittadini di ogni territorio ed il controllo degli stessi sugli eletti.

Il Consiglio ha votato all’unanimità un emendamento proposto dal consigliere Adriana Poli Bortone, che impegna, altresì, il presidente della Provincia “sulla possibilità di dare vita ad una Fondazione di Partecipazione pubblico-privato, che abbia come obiettivo quello di organizzare sul territorio salentino l’attività culturale”.