Associazione mafiosa, Melechì in carcere

Dai domiciliari al carcere. Finisce in manette Daniele Melechì, vicino al clan Bruno, di Torre Santa Susanna

arresto

TORRE SANTA SUSANNA- Era ai domiciliari ma dopo l’ordine di carcerazione emesso dalla procura generale presso la corte d’appello di lecce per lui si si sono aperte le porte dei carcere. Daniele Melechì, 40enne di Torre Santa Susanna, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione per associazione di stampo mafioso.
Complessivamente dovrà scontare una pena pari a nove anni e 11 mesi di reclusione. L’uomo fu coinvolto nell’operazione denominata “canali”, quella con cui i carabinieri della compagnia di brindisi smantellarono un gruppo vicino al clan torrese “Bruno” della sacra corona unita.

Le accuse andavano dalle estorsioni, al contrabbando al traffico di sostanze stupefacenti. I reati, inquadrati fra il 2004 ed il 2009, sarebbero stati commessi nelle province di brindisi e di lecce.