Nascondeva eroina dietro la lavatrice: nei guai pregiudicato

Repressione del fenomeno di spaccio di stupefacenti nei centri urbani. I Carabinieri della Compagnia di Manduria arrestano un pregiudicato per detenzione ai fini spaccio di eroina.

eroina

AVETRANA- Il personale dell’Aliquota Radiomobile, dopo un congruo servizio di osservazione nei pressi dell’abitazione di un pregiudicato residente in quel centro, ha fatto scattare una perquisizione domiciliare effettuata con il prezioso ausilio del Nucleo Cinofili di Modugno, che ha supportato le operazioni con un’unità ed il cane “BOSS”, pastore tedesco veterano in questo tipo di servizi.

Questa sinergia di forze, ha permesso di rinvenire e sequestrare otto dosi di eroina, per un grammo totale di peso, occultate dietro la lavatrice nel vano cucina, insieme ad un bilancino di precisione e la somma contante di euro 60, ritenuta provento dell’attività illecita perseguita.

Di conseguenza per l’occupante dell’abitazione, il quarantenne DE SIMONE Maurizio, già responsabile di reati della stessa natura, è scattata la denuncia in stato di arresto all’Autorità Giudiziaria di Taranto, che ne ha disposto la sottoposizione agli arresti domiciliari; l’accusa è di aver detenuto l’eroina ai fini di spaccio.

Lo stupefacente sarà sottoposto ad analisi quali-quantitative a cura del Laboratorio Analisi Scientifiche del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.