Crolla il solaio, leccese muore sotto le macerie

Stava dando da mangiare a dei cuccioli, ma all'improvviso è crollato il solaio e lo ha travolto. E' morto così un 38enne salentino a Foggia.

crollo solaio

FOGGIA – E’ rimasto sepolto oltre 10 ore sotto le macerie. E’ stato estratto, alle 4 del mattino, dai vigili del fuoco già privo di vita il 38enne leccese Michele Patera, da tempo trasferitosi a Foggia per lavoro insieme alla famiglia. La tragedia alle 17 di ieri. L’uomo ha raggiunto un capannone in disuso alla periferia della città, in corso del Mezzogiorno, dove saltuariamente portava da mangiare a dei cagnolini che si erano stabiliti lì. 

Una struttura fatiscente e insicura all’interno della quale il salentino ha trovato la morte. Il solaio e’ crollato all’improvviso e lui e’ rimasto sepolto sotto pietre, calcinacci e travi in legno.

I vigili del fuoco hanno lavorato per ore prima di riuscire ad individuare il corpo. Era però ormai troppo tardi, era già morto. Ora le indagini sono in corso, la struttura e’ stata posta sotto sequestro. Michele patera lascia la moglie e due bambini