Confiscato appartamento nel centro storico, era usato da prostitute

Confiscato dalla Squadra Mobile un appartamento di via Corte dei Giudici, nel centro storico di Lecce. La proprietaria, una donna residente a Firenze, è stata condannata per favoreggiamento della prostituzione.

polizia

LECCE- Un appartamento di via Corte dei Giudici, nel centro storico di Lecce, è stato confiscato dalla Squadra Mobile. Nel 2006 era stato scoperto un giro di prostitute domenicane che pagavano, ovviamente “in nero”, fino a € 700,00 al mese per un posto letto alla proprietaria. Prezzo sicuramente ingiustificato considerate le dimensioni dell’appartamento, composto da un ingresso ed una camera da letto.
La proprietaria, una donna residente a Firenze, è stata condannata per favoreggiamento della prostituzione. Le indagini hanno accertato come le donne si avvicendavano nell’appartamento, senza mai formalizzare alcun contratto di locazione.

La proprietaria, sebbene residente a Firenze, era perfettamente a conoscenza dell’uso che del suo appartamento veniva fatto.