Lecce, Lerda: “Ai playoff penseremo dopo”

“Non è ancora arrivato il momento per pensare ai play off: dopo la sosta prepararmo bene la trasferta di Grosseto”. Queste alcune dichiarazioni del tecnico del Lecce Lerda

Tarvisio(UD)ritiro del Lecce

LECCE- Di tripletta in tripletta. Dopo quella di Fabrizio Miccoli al Pontedera, Dario Barraco firma con tre gol la vittoria contro il Prato. L’ex Latina centra due obbiettivi nella stessa partita: segna i suoi primi gol in giallorosso e realizza la sua prima tripletta in carriera. Inoltre ritrova il gusto del gol: non segnava dal febbraio 2013 quando indossava la maglia del Latina.
E’ stato necessario un rigore per rompere l’equilibrio contro un Prato determinato a non lasciare punti al Lecce. Decisione giusta dell’arbitro, molto dubbioso però sul calciatore da spedire fuori. E il suo assistente non lo aiuta. A farne le spese è stato Malomo e non Romanò autore della spinta ai danni di Sales.  Il Lecce ha cercato di mantenere le giuste distanze tra i reparti, senza allungarsi, ma è stato fumoso negli ultimi metri.

“Abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio – ha detto Lerda -. E’ l’unico rimprovero che posso fare alla squadra “ Lerda ha confermato il 4-4-2. In difesa Vintetot per lo squalificato Abruzzese. Sul lato mancino si rivedeva Lopez, dopo il turno di stop. A centrocampo conferme per Papini e Salvi. La mediana completata ai lati da Ferreira Pinto e Doumbia: il francese, al rientro, ha confermato di essere una pedina importante in entrambe le fasi. Assente da quattro partite (a Gubbio finì in tribuna perché non al meglio) Doumbia deve recuperare la condizione migliore, ma i settantasette minuti di ieri possono far sorridere il tecnico giallorosso.

La squadra giallorossa ha condotto una partita giudiziosa, mostrando una certa aggressività, ma si è rivelata poco ficcante nelle ripartenze. Prima del secondo rosso ai danni di Mancini il lecce ha trovato il raddoppio ancora con Barraco, il quale si ripeteva pure sull’errore marchiano del portiere Brunelli che spalancava la propria porta al numero dieci giallorosso. Dopo spazio a Zigoni, il quale si procura il rigore per il possibile quarto gol (nell’occasione Brunelli viene espulso e il Prato resta in otto). Dal dischetto, però, Beretta fallisce la massima punizione. L’attaccante di nuovo in campo dopo tre partite.

E dopo la sosta Lerda ritroverà, quasi certamente, anche Amodio per un sprint tutto da guastare. Lerda rimanda ogni discorso riguardante i play off. “Non stiamo ancora ragionando in ottica play off – aggiunge Lerda -, l’unica cosa certa è che domenica avremo tre punti”.