Il grido d’allarme dal carcere: “Carenze strutturali e mezzi scandalosi”

La polizia penitenziaria lancia un grido d'allarme dal carcere di Lecce, durante una visita del senatore Bruni: "Oltre alla mancanza di personale, anche i mezzi di trasporto -dicono- sono scandalosi".

carcere di  Borgo S.Nicola

LECCE- Carenze strutturali, mancanza di personale ed un parco mezzi tutto da rifare “perchè le condizioni igieniche dei furgoni che trasportano i detenuti sono penose”.  È il grido d’allarme -l’ennesimo- che arriva dal carcere leccese di Borgo S. Nicola. E a lanciarlo sono gli agenti di polizia penitenziaria dell’OSAPP, l’organizzazione sindacale di categoria. Il senatore di Forza Italia Francesco Bruni è stato accompagnato in visita nell’istituto penitenziario.

Ed è di qualche ora fa la notizia del detenuto che sarebbe stato picchiato in cella dai suoi compagni. Per paura, quando è stato soccorso, ha detto di essere caduto dal letto e invece ai familiari, che poi hanno presentato denuncia in questura, ha confessato l’aggressione.