Astensione avvocati, passa la linea dura: sciopero a oltranza

L'assemblea straordinaria degli avvocati leccesi ha deciso: lo sciopero proseguirà ad oltranza. avvocatura salentina ancora una volta compatta nella protesta che non accenna a placarsi. Prossima convocazione il 14 aprile

avvocato

LECCE-  Lo stato di agitazione prosegue, l’astensione pure, ad oltranza. E’ la decisione dell’assemblea dell’ordine degli avvocati riunita all’hotel Tiziano. Solo posti in piedi per la partecipatissima assemblea straordinaria che ha visto l’avvocatura salentina unita, così come era stato già un mese fa: al termine dei 28 interventi la decisione è stata presa quasi all’unanimità.

L o sciopero è stato proclamato per varie ragioni: i costi della giustizia i tempi dei processi, la carenza di personale, le sedi inadatte e non solo. Le tasse per poter fare una causa aumentano. Non di secondaria importanza il disagio dell’accorpamento dei tribunali, con file per una notifica e testimoni costretti a fare chilometri, luoghi di lavoro angusti ed inadatti. Ed il disagio dilaga tra gli operatori della giustizia.

“Un’assemblea che si è svolta in un modo di cui sono fiero – ha detto il presidente dell’ordine degli avvocati di Lecce Raffaele Fatano – Un’assemblea partecipatissima nella quale è stato garantito il franco e libero confronto delle idee”

La protesta a Lecce prosegue fino alla riconvocazione di una nuova assemblea, già fissata per il 14 aprile