Crolli costa, mercoledì il tavolo. Potì: “Sarà fondamentale l’aiuto della Regione”

Incontro tecnico-politico mercoledì in regione per discutere dell'ordinanza della capitaneria che ha inibito il tratto di costa tra Melendugno e Otranto. Iniziata l'attività di monitoraggio che ha già, in qualche caso, ridotto le delimitazioni.

Marco-Poti

MELENDUGNO- Con la stagione estiva alle porte, il problema da risolvere diventa quanto mai urgente. Dopo il tavolo tecnico presso l’autorità di Bacino a Valenzano per trovare soluzioni alla vicenda del rischio crolli sulla costa adriatica e che ha imposto alla capitaneria l’emanazione dell’ordinanza che vieta bagni, pesca e navigazione in uno dei tratti di costa più belli e frequentati del salento, ora si attendono le risposte.

L’attività di indagine e studio, autorizzata dall’autorità di bacino non è ancora iniziata, ed il prossimo importante appuntamento è fissato per mercoledì a Bari nell’incontro tecnico- politico alla presenza dell’assessore regionale Giannini. “Quello che resta da capire adesso – per il sindaco di Melendugno Marco Poti – e se lo studio che dovrà dare delle riposte concrete, affinchè l’ordinanza possa essere modificata potrà essere effettuato e concluso in breve tempo, o se si tratti di un’indagine più lunga. In quest’ultima ipotesi – dice potì – sarà fondamentale poter contare sull’aiuto della regione, anche per poter salvare la stagione”.

L’obiettivo dell’amministrazione, è quello di evitare la chiusura indiscriminata di quasi 13 km di costa. Intanto al tavolo barese parteciperanno anche alcuni esperti coinvolti dall’amministrazione, come il prof Petrillo del Politecnico di Bari che sarà affiancato da altre personalità competenti.

Il tempo per agire nei migliore dei modi ancora c’è. In questi giorni una prima attività di monitoraggio eseguita dal comandante dei vigili urbani insieme agli uomini della capitaneria di porto ha permesso di valutare la situazione di alcuni tratti di costa come quella che ricade nella baia della Iannara dove la delimitazione è già stata ridotta.”