Manifesto shock contro i Marò: “Ma quali eroi..sono due assassini”

Manifesti pieni di rabbia e insulti sono apparsi sui muri del quartiere Rudiae. Sono manifesti contro i due Marò attualmente detenuti in India. U cittadini: "Gesto vile di chi nell'anonimato semina veleno e falsità"

marò

LECCE- “Ma quali eroi..sono due assassini”...In mattinata sui muri del quartiere Rudiae, zona San Pio, sono stati notati alcuni manifesti shock contro i  Marò:  il tarantino Massimiliano Latorre ed il suo collega di Bari Salvatore Girone, detenuti in India da due anni con l’accusa di omicidio.

In particolare, in una frase del manifesto, si legge: “I due marò non sono eroi, ma assassini che si fanno scudo della protezione che la divisa offre loro. Custodi della società, dello sfruttamento che tutti ci soggioga, e di cui faremmo bene a disfarci al più presto”. 

Parole piene di rabbia, di insulti che non sono stati ben visti dagli stessi cittadini del quartiere Rudiae che parlano di questo atto, come “un gesto vile di chi nell’anonimato semina veleno e falsità”. Pertanto si confida nella sensibilità di tutti al fine di salvaguardare i “fratelli marò”.

marò