Laboratorio di marijuana in casa, arrestato odontoiatra

Nella residenza estiva nascondeva un vero e proprio laboratorio artigianale per la coltivazione della marijuana: finisce in manette odontoiatra 38enne

SONY DSC

TORRE VADO- Coltivazione, produzione e detenzione di stupefacente del tipo marijuana finalizzato allo “spaccio”. Sono questi i reati contestati ai danni di un giovane odontoiatra: CATTANEO Alessandro 38enne, originario di Brescia trapiantato in Salento.

Durante una perquisizione domiciliare, presso la sua abitazione estiva di Torre Vado, marina di Morciano di Leuca i militari hanno infatti rinvenuto un vero e proprio laboratorio artigianale per la coltivazione della marijuana: nel bagno erano riposte quattro piante di cannabis alte circa 120 cm in efflorescenza riscaldate da una lampada da serra e ventilate da un condizionatore da camera, entrambi  collegati ad un timer.

In un lavabo adiacente al bagno invece c’erano  le foglie in essiccazione ed un innaffiatoio a vaporizzazione, mentre nella camera da letto in un porta abiti vi erano sei piante già svasate ed appese per l’essiccazione. E ancora, nell’armadio del salotto, al buio, sono state trovate delle foglie di marijuana già essiccate e pronte per il confezionamento. Infine, in una dispensa sono state rinvenute alcune bottiglie contenenti fertilizzante per accelerare il processo di crescita delle piante.

Tutti i locali interessati all’attività illecita erano dotati di lampade, condizionatori e timer volti a creare le ottimali condizione di umidità e temperatura per la coltivazione e l’essicazione della marijuana.

La perquisizione ha permesso di sequestrare circa 700 grammi di marijuana (piante e foglie comprese) nonché tutta la strumentazione all’interno della “serra fai da te”.