Rampino bacchetta Piconese: “Si torni a fare politica”

Rampino: “Misuriamoci sui problemi reali, discutiamo con le persone, con le donne e gli uomini che l’8 dicembre ci hanno chiesto di cambiare. Insomma, torniamo a fare politica”.

alfonso rampino

LECCE- L’ex sfidante di Piconese, Alfonso Rampino, ha inviato una lettera ai vertici della segreteria per criticare apertamente la gestione mediatica e la mancanza di discussione politica interna del partito provinciale. Emerge“un’affinità di azione con Frisullo”, anche lui critico con Puglia futura nei confronti della gestione provinciale.

“Io non comprendo quale sia la natura di tutta questa smania mediatica del Segretario – spiega Rampino -. Soprattutto non comprendo le ragioni per cui un passaggio di consegne sullo stato economico-finanziario, corredato di ben due lettere del past tesoriere e commentato in una lettera all’Assemblea del sottoscritto, dunque ulteriormente discusso nella scorsa Assemblea provinciale con una evidente marcia indietro rispetto ai toni allarmistici utilizzati sulla stampa, debba nuovamente sollecitare l’attenzione degli organi di informazione. E non comprendo, tra le altre, le ragioni di incontri territoriali di cui si sa non ufficialmente, secondo un programma di attività condiviso, ma per passa parola, dove peraltro vengono indicate responsabilità territoriali non individuate in alcuna sede ufficiale”.

Rampino propone di voltare pagina: “Misuriamoci sui problemi reali, discutiamo con le persone, con le donne e gli uomini che l’8 dicembre ci hanno chiesto di cambiare, radicalmente. Insomma, torniamo a fare politica”.