Due milioni di affari non dichiarati, finisce nei guai imprenditore

Ricavi non dichiarati per oltre due milioni e iva evasa per 300mila euro. Finisce nei guai un imprenditore di Francavilla, 11 evasore pizzicato, dall'inizio dell'anno, dalla guardia di finanza.

Guardia-di-Finanza

FRANCAVILLA– Un giro d’affari di oltre due milioni e neppure un centesimo dichiarato. E’ questa l’accusa formulata dalla guardia di Finanza del comando di Francavilla Fontana nei confronti del legale rappresentate di una ditta del posto operante nel settore della raccolta, trasporto e commercio di sottoprodotti di origine animale e vegetale. La tesi delle fiamme gialle è che la società non abbia presentato le prescritte dichiarazioni fiscali negli anni che vanno dal 2008 al 2010. Dall’esame della dichiarazione, infatti, sarebbe stato possibile quantificare ricavi non dichiarati per oltre due milioni di euro e una conseguente evasione dell’Iva di oltre 300mila euro.

A finire nei guai, il legale rappresentante dell’impresa, denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione. In provincia di Brindisi, dall’inizio dell’anno, si tratta dell’11esimo evasore totale.