Fiamme all’ingresso, ancora nel mirino il bar Paisiello

Ancora un attentato nella notte al bar Paisiello, in via Palmieri a Lecce. Qualcuno ha sparso liquido infiammabile e poi ha appiccato il fuoco. Danni lievi, ma il pensiero corre alla bomba di dicembre. Si allunga la scia di attentati ai danni dei commercianti leccesi

paisiello lecce

LECCE- Hanno cosparso liquido infiammabile sulla porta d’ingresso e poi hanno appiccato il fuoco. È accaduto nel cuore della notte e ad essere preso di mira, nuovamente, il bar Paisiello, a Lecce, in via Palmieri.  I danni non sono rilevanti: solo l’ingresso del bar è stato danneggiato, quello che si affaccia sul gazebo.
Certamente diversi da quelli provocati dall’esplosione dell’ordigno piazzato nella notte tra il 14 e il dicembre, sempre lì, a ridosso dell’entrata. Quella volta la deflagrazione mandò in frantumi i vetri, gli infissi e danneggiò anche la facciata del teatro Paisiello, proprio di fronte.  Ma il fatto che si sia trattato del secondo attentato nel giro di pochi mesi è preoccupante. Chi e perchè lo ha fatto? Qual’è il movente dell’ennesimo atto intimidatorio nei confronti di un bar leccese?

Nemmeno un mese fa, il 9 marzo, 4 colpi di pistola sono estati esplosi contro la caffetteria Santa Rosa, proprio davanti al tribunale di via Brenta. Nei mesi precedenti anche il bar Carletto, il bar Bellini, il bar White.  La criminalità sembra non allentare la presa sui commercianti leccesi. Sembrano loro le vittime designate, ma queste sono solo ipotesi, per fare cassa e reperire denaro necessario, ad esempio, a mantenere i boss in carcere e le loro famiglie.

È stato l’amministratore del bar a rendersi conto dell’accaduto stamattina, all’orario di apertura. Difficile quindi stabilire con precisione a che ora l’attentatore sia entrato in azione.  La risposta potrebbe arrivare dall’esame dei filmati delle telecamere di video sorveglianza presenti proprio di fronte al bar. In un primo momento si è pensato ad una molotov, poi le tracce di benzina lo hanno escluso. Qualcuno ha cosparso benzina ed ha appiccato il fuoco.  Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile.

paisiello3

 

paisiello2

 

paisiello1 copy

Foto Stefano De Tommasi