Consiglio “farsa”, l’ira di Brindisi Bene Comune e Sì Democrazia

E dopo il consiglio di ieri, non mancano le reazioni. Su Facebook, Riccardo Rossi e Roberto Fusco attaccano la maggioranza. Rossi scrive: "Teatrino disgustoso. Bisogna mandarli tutti a casa".

Riccardo-Rossi

BRINDISI- “Un consiglio monotematico vergognoso. La pseudo maggioranza ha evitato ogni discussione“. Tuona così, sul suo profilo Facebook, il capogruppo di Brindisi Bene Comune Riccardo Rossi che sintetizza gli esiti del consiglio monotematico sull’energia.
La maggioranza, scrive Rossi, “ha bocciato senza mai intervenire gli ordini del giorno su ambiente e salute, Edipower ed Enel presentati dalle minoranze Il PD esce a pezzi . Dopo aver detto per anni che la centrale edipower deve chiudere e che occorre per Enel ridurre il carbone ha prodotto un documento in cui si dà mandato al Sindaco di APPROFONDIRE. Per questa maggioranza e questo PD – scrive l’ambientalista – va tutto bene, pur di restare a galla. Attaccati alla poltrona a Brindisi si può continuare a bruciare carbone ed iniziare a bruciare rifiuti. Un teatrino disgustoso. Occorre – conclude Rossi – mandarli al più presto a casa”.

Dello stesso tenore il post pubblicato sulla bacheca di Sì Democrazia, il movimento rappresentato in consiglio da Roberto Fusco.“La montagna ha partorito il topolino. Mesi di prese in giro, di rinvii per emanare il nulla. Anzi, qualcosa è passata grazie al voto della sola maggioranza: “Fondazione Brindisi 2050”. Un segno tangibile di come questa amministrazione rinvia i problemi sulle pelle dei Brindisini”