“Pennetta 12” trionfa in Usa. Tutti d’accordo: “Orgoglio brindisino”

Grande entusiasmo per la vittoria all'Indian Wells di Flavia Pennetta. La tennista brindisina fa impazzire la città adriatica e mette tutti d'accordo: "orgoglio salentino e italiano".

pennetta

BRINDISI-  Che il numero 12 portasse bene, noi di Telerama lo abbiamo sempre pensato. E pensiamo, anche, che quel 12 sia destinato a diminuire e Flavia, quindi, a scalare la classifica mondiale. Con lei, tutta Brindisi, tutto il Salento, tutta l’Italia.
Flavia Pennetta trionfa agli Indian Wells e, battendo in finale la polacca Agnieszka Radwanska, testa di serie numero 2 e terza nel ranking, raggiunge il 12esimo posto della classifica femminile. Ma anche, la vittoria di una vita. Una vittoria che alla Pennetta, nonostante le finali e le buone prestazione, mancava in un torneo dal 2010.

E invece, questa volta, va tutto bene. Tutto, addirittura, troppo facile. Due le palle break concesse da Flavia contro le 11 della polacca, ma soprattutto, nel quinto gioco, sono quattro i parziali consecutivi ottenuti in scioltezza, senza mai rischiare. Dopo neppure 40 minuti, l’avversaria era già sulle ginocchia con tanto di intervento del fisioterapista. Ma non servirà a nulla. Flavia vince, anzi, stravince. E nel secondo set, la polacca incassa 6 game consecutivi.

E’ festa in America. È festa, soprattutto, a Brindisi. E Facebook impazzisce di gioia per la sua campionessa.  Orgoglio, esempio. I complimenti si sprecano. “Grande Flavia. Bravissima, davvero il nostro orgoglio”, scrive sulla sua bacheca il coordinatore salentino di Nuovo Centrodestra Massimo Ferrarese.

E poi, il deputato Sel Toni Matarrelli incalza: ” Pennetta torna ad illustrare la migliore tradizione agonistica nazionale e conferma di essere uno dei più valorosi portabandiera dello sport italiano nel mondo. La comunità del brindisino e dell’intera nazione hanno dunque importanti motivi per manifestare gratitudine a questa donna ed atleta eccezionale, esempio – scrive Matarrelli – per le più giovani generazioni anche per la limpidezza della personalità”. Stessa linea per il senatore di Forza Italia Pietro Iurlaro.

“Flavia, oltre a possedere grandi doti tecniche, è ormai per l’intero Paese portabandiera e ambasciatrice di valori universali, incarnati in una donna e in un’atleta di livello eccelso. A Flavia, esempio per i giovani e per l’intera comunità – scrive il forzista – il mio personale GRAZIE”.

La politica ringrazia. Si commuove, invece, l’intera Città di Brindisi. Non più solo carbone, non più Marlboro City. “Today is my day”, dirà Flavia, raggiante, a fine partita, con il trofeo tra le mani e idealmente un intero territorio. Ora, lo sanno anche gli americani. “Brindisi, the city of Flavia Pennetta”.