Depuratore Lizzano, il Noe sequestra documenti in Municipio

I carabinieri del Noe di Lecce stanno sequestrando in queste ore, presso il municipio di Lizzano, gli atti che riguardano le ordinanze sindacali che consentono al depuratore di scaricare in falda.

NOE

LIZZANO- In queste ore i carabinieri del Noe di Lecce stanno sequestrando presso il comune di Lizzano  tutti gli alti inerenti le ordinanze sindacali emesse negli anni 2012 -2013 con le quali fu disposto di convogliare in falda gli scarichi del depuratore che serve i comuni di Fragagnano, Lizzano e San Marzano di S. Giuseppe. Lo scarico del depuratore è già stato sottoposto a sequestro su disposizione della magistratura tarantina il 18 febbraio scorso.