Massacrato di botte finisce in Rianimazione

Picchiato selvaggiamente finisce in ospedale, in prognosi riservata. Vittima della brutale aggressione un 29enne di Bagnolo del Salento. È caccia al responsabile. Indagano i carabinieri.

rianimazione-vito_fazzi

LECCE- Picchiato selvaggiamente in strada, senza un motivo apparente, adesso si trova in un letto di ospedale, in prognosi riservata. Vittima di un’aggressione, verbale prima, fisica poi, un 29enne di Bagnolo del Salento, che al momento è ricoverato nel reparto di Rianimazione del Fazzi di Lecce.
L’assalto fisico si è consumato nel giro di pochi minuti, in una via centrale, a Bagnolo. Stando ad un prima sommaria ricostruzione dell’accaduto, il ragazzo stava insieme al fratello quando un uomo sarebbe uscito da un’automobile e avrebbe inveito contro di lui fino a perdere il controllo e sferrandogli una serie di pugni in pieno volto, lasciandolo a terra, tramortito. Dopodichè si è allontanato facendo perdere le tracce. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi.

Un’ambulanza del 118 ha trasportato il 29enne fino al vicino ospedale di Scorrano ma qui i medici, a causa del quadro clinico piuttosto preoccupante, ne hanno disposto il trasferimento nel nosocomio leccese. Sono ovviamente da chiarire i contorni della vicenda.

Per andare in fondo alla questione sono intervenuti i carabinieri della stazione di Bagnolo che proprio in queste ore stanno raccogliendo elementi utili per dare un volto all’aggressore e soprattutto per chiarire il motivo di tanta violenza. Dal canto suo la vittima, ancora sotto choc e in evidente stato confusionale, non ha potuto fornire dettagli utili agli investigatori.

Non è escluso, ma questa è solo un’ipotesi, che il diverbio, poi sfociato nella violenta aggressione, sia collegato a questioni personali. Eventuali conferme giungeranno solo a conclusione delle indagini.