Attentato Morvillo-Falcone, via al processo d’appello

Domani avrà inizio il procedimento di secondo grado a carico di Giovanni Vantaggiato, l'imprenditore 70enne di Copertino, reo confesso dell'attentato davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi

Giovanni Vantaggiato

LECCE- Prenderà il via domani, a Lecce, il processo d’Appello a Giovanni Vantaggiato, responsabile dell’attentato alla scuola brindisina Morvillo Falcone in cui morì Melissa Bassi e rimasero ferite nove persone, già condannato all’ergastolo dalla Corte d’Assise di Brindisi, per strage aggravata da finalità terroristiche.

L’imprenditore copertinese, reo confesso, attualmente è recluso nel carcere di Borgo San Nicola. Il suo legale, l’avv. Franco Orlando, punterà sulla perizia psichiatrica, chiedendo che venga rinnovata l’istruttoria dibattimentale ammettendo, appunto, la richiesta di perizia psichiatrica che non era stata concessa in primo grado.

Sempre secondo il difensore di Vantaggiato, la sentenza di primo grado dovrebbe essere riformata, per l’insussistenza dell’aggravante della finalità terroristica contestata insieme al reato di strage.

L’accusa sarà sostenuta dal Procuratore generale Giuseppe Vignola.