Evasione fiscale e lavoro nero: scoperta falsa associazione “no profit”

Lavorava come una vera e propria azienda ma fiscalmente risultava una Onlus senza scopo di lucro. La falsa non profit che si occupava di assistenza è stata scoperta dalla finanza a Casarano. Gli stessi dipendenti non erano volontari

Guardia di Finanza

CASARANO-  Fiscalmente risultava essere un’associazione no profit, quindi senza scopo di lucro. Di fatto però i beneficiari dei servizi che la Onlus offriva pagavano regolarmente e i dipendenti ricevevano uno stipendio. Per questo al momento della verifica da parte dei finanzieri della compagnia di Gallipoli l’associazione non profit, con sede a Casarano, è risultata del tutto falsa.

I ricavi c ‘erano eccome, non dichiarati però, per una somma complessiva calcolata in circa 400mila euro con Iva non versta per  110mila euro. Per 4 anni il responsabile  dell’associazione che si occupava di servizi di assistenza e accompagnamento ad anziani e disabili non ha presentato alcuna dichiarazione dei redditi. Le operazioni di verifica condotte dai Finanzieri hanno consentito di ricostruire in maniera analitica l’entità degli incassi della falsa no profit tenuta in piedi da un uomo di Casarano. Non solo. Delle 10 persone impiegate nessuna di loro era regolarmente inquadrata. Tutti lavoravano in nero.

Cosi come era falsa l’associazione no profit, allo stesso modo erano falsi i volontari, regolarmente retribuiti, ma senza busta paga.