“Prima li bruciane e poi li ricordane..”, la polemica politica approda in Procura

“Prima li bruciane e poi li ricordane..”. La polemica politica a Sannicola approda in Procura con una querela che la consigliera consigliera del centrosinistra Wilma Giustizieri

FACEBOOK

SANNICOLA- La polemica politica a Sannicola approda in Procura, con una querela che la consigliera consigliera del centrosinistra Wilma Giustizieri, esponente di Sel,  ha presentato con l’avvocato Pompeo De Mitri. Tutto nasce da una frase che la consigliera ha scritto domenica del 26 gennaio sul suo profilo Facebook: “Prima li bruciane e poi li ricordane..”.  

Una frase che nelle giornate dedicate al ricordo e alla Memoria e soprattutto a poche ore dall’iniziativa di commemorazione in piazza organizzata dall’associazione Nov@lba di Sannicola, ha generato un vero caos.

E ora la consigliera punta il dito contro almeno 12 persone, che l’avrebbero offesa pubblicamente, in consiglio comunale e con manifesti in giro per il paese, con “Parole- si legge nella querela- che trascendono la critica politica, che alimentano nella piena mala fede la mistificazione sul senso della mia frase, che esprimono disprezzo e mostrano intenti diffamatori, degenerando anche pesantemente nell’insulto personale; con l’aggravante, per taluni di essi- si legge sulla querela- di un chiaro e codardo abuso dello strumento dell’anonimato, garantito dall’accesso al web, grazie a nickname di fantasia”.