Compostaggio nei biostabilizzatori, bufala da 15 milioni

15 milioni di euro l'anno: tanto perderebbero le aziende di smaltimento se la differenziata funzionasse davvero. lo ammettono (fuori onda) i direttori degli impianti. Perciò la politica sta affidando il compostaggio agli stessi imprenditori che verrebbero danneggiati dall'opzione rifiuti zero, come ha spiegato l'Indiano nella sua puntata di ieri.

inDIANO

LECCE- Ci sono quelle a fin di bene, come alcune geniali idee di marketing territoriale del Salento.  E quelle che ci costano fior di milioni, come la conversione dei biostabilizzatori in impianti di compostaggio. Stando a quanto reso noto (fuori onda) dagli stessi direttori degli impianti, ammonterebbe a 15 milioni di euro l’anno la perdita delle aziende di smaltimento se la differenziata funzionasse davvero.

 

Quella che avete appena visto è una sintesi dell’inchiesta dell’Indiano su una operazione che rischia di costare fiori di milioni alla collettività, analizzata nella puntata dedicata alle bufale salentine, in replica oggi su Telerama alle 15,30 e su Telesalento alle 22: oltre a quella sul compostaggio realizzato nei biostabilizzatori, il programma d’inchiesta curato da Danilo Lupo ha svelato le bufale sul Salento territorio dell’anno, geniale idea di marketing territoriale congegnata dagli studenti del costa di Lecce, sulle promesse mai mantenute sulla rinascita del galateo e sui protocolli d’intesa rimasti nel cassetto per costruire una nuova scuola a Francavilla Fontana.