Ancora rischi crolli, interdetta anche Torre Specchia

Setacciata palmo a palmo la fascia che dalla torre di Torre Specchia, a Nord di S. Foca, nel comune di Vernole: l'erosione del mare è arrivata anche lì.

torre specchia

TORRE SPECCHIA- L’allargamento, annunciato e temuto dell’ordinanza della capitaneria di porto è arrivato. Nelle ultime ore gli uomini della Capitaneria di porto di San Cataldo insieme agli agenti della polizia municipale di Vernole hanno setacciato palmo a palmo la fascia che dalla torre di Torre Specchia, a Nord di S. Foca, nel comune di Vernole risale a Nord per circa 300 metri e l’esito è stato quello previsto: l’erosione del mare è arrivata anche lì.

Gli scogli sono stati scavati in profondità provocando delle cavità profonde che si insinuano per diversi metri sotto la scogliera. Il pericolo crollo e sprofondamento del terreno è tanto evidente da imporre un intervento urgente.

E così dopo il sopralluogo, hanno documentato il tutto e richiesto l’interdizione del tratto interessato.  L’ordinanza è la stessa: agli uomini della Capitaneria tocca il tratto marino: divieto di balneazione, di pesca e di avvicinamento delle imbarcazioni per 50 metri.

Dalla polizia municipale di Vernole invece arriva l’ordinanza di interdizione a terra con il divieto di avvicinarsi nel tratto interessato. La contestata ordinanza che riguardava sino ad ora le marine di Melendugno si estende ora anche a Vernole e in un tratto frequentatissimo durante l’estate , ricco di baie e di spiaggette.