Le “bufale salentine” svelate da “L’Indiano”

La puntata di stasera de l'Indiano è dedicata alle bufale salentine. Dal premio "Territorio dell'anno", alle promesse mai mantenute sulla rinascita del Galateo di Lecce; dai protocolli rimasti nel cassetto sulle nuove scuole di Francavilla, alla conversione dei biostabilizzatori in impianti di compostaggio.

inDIANO

LECCE- Il Salento? Il “territorio dell’anno” che ha battuto Chianti, Cinque Terre e Costiera amalfitana. Peccato che la classifica divulgata da “Italia Touristica”non sia altro che una geniale bufala concepita dagli studenti dell’Istituto tecnico leccese Costa e nella quale sono cascati politici e imprenditori, testate locali e nazionali.  Una bufala a fin di bene, una geniale idea di marketing territoriale per il Salento. Ma ci sono poi bufale che indignano, come le promesse mai mantenute sulla rinascita del Galateo di Lecce o i protocolli rimasti nel cassetto sulle nuove scuole di Francavilla Fontana. E bufale che ci costeranno fior di milioni, come la conversione dei biostabilizzatori in impianti di compostaggio.
L’Indiano ha scelto quattro bufale di razza: e, dati alla mano, ve le svelano Danilo Lupo, Tiziana Colluto e Michele Iurlaro questa sera alle 21,30. Ovviamente su TeleRama.