In manette i titolari del pub “Paradise”, droga shop nell’appartamento sopra il locale

Padre e figlio, titolari del pub Paradise di Lizzanello sono stati arrestati con l'accusa di spaccio. Avevano messo su un droga shop nell'appartamento in ristrutturazione sopra il locale, all'insaputa del proprietario. Sequestrata cocaina purissima del valore di 80 mila euro

cocaina

LIZZANELLO- Cocaina pura che venduta al dettaglio avrebbe fruttato circa 80 mila euro: l’hanno trovata i carabinieri della stazione di Lizzanello all’interno di un’abitazione in ristrutturazione che si affaccia su piazza S. Lorenzo, nel centro del paese. Nell’appartamento, oltre alla cocaina, anche il materiale per il confezionamento in dosi e la mannite per tagliarla.

Le indagini hanno permesso di accertare che il droga shop era stato messo su da Roberto e Marco Macchia, padre e figlio titolari del noto pub Paradise, locale che si trova proprio sotto l’abitazione perquisita. È stato il proprietario dell’appartamento a mettere i carabinieri sulla strada giusta.

L’uomo, risultato completamente all’oscuro della presenza della droga in casa sua ha raccontato però di come circa un anno prima avesse consegnato le chiavi del portoncino al titolare del pub sottostante. Gli servivano per accedere al terazzo per l’installazione di un antenna. Niente di più facile che l’uomo avesse nel frattempo fatto la copia delle chiavi. Ricostruzione che è risultata esatta.

I carabinieri hanno perquisito sia l’abitazione di Roberto Macchia sia quella del figlio. Nella prima hanno trovato dei sacchetti in plastica identici a quelli usati per confezionare le dosi di cocaina, nella seconda hanno trovato la copia delle chiavi.
Padre e figlio sono così finiti in manette. La cocaina , analizzata, è risultata essere purissima e dall’alto valore economico.

 

macchia

macchia2

)