Prove anti Pontedera, Abruzzese e Salvi nel gruppo

Il tecnico del Lecce Lerda ha provato una linea mediana a 4 e a 2. Repuperati Abruzzese e Salvi. Sales e Rullo in preallarme per la difesa. D'Ambrosio si è operato

Mister Lerda

LECCE- Il Lecce non può che ripartire dalla sconfitta di Viareggio. Far tesoro degli errori e cercare di rimettersi in sesto. La sconfitta in Toscana ha fatto cadere il Lecce, claudicante già da tre partite, ma sempre vittorioso. Allo stadio Dei Pini si è probabilmente aggiunto un pizzico di presunzione.

Inoltre, è acclarato, nel gruppo serpeggia una certa stanchezza dopo il notevole sforzo per risalire la classifica e candidarsi prepotentemente per la promozione diretta.

Il centrocampista giallorosso, capocannoniere nella passata stagione con 11 reti, non si da per vinto e con lui anche la squadra. Facendo tesoro dell’esperienza della passata stagione, il centrocampista uruguaiano lancerà ai compagni di squadra il seguente messaggio.  Ma il campionato non è ancora finito e anche Perugia e Frosinone possono incappare in una giornata storta come è capitato al Lecce.

Tra Perugia e Frosinone ad impressionare maggiormente Bogliacino sono stati gli umbri, che vorrebbe evitare in caso di play off. In vista della sfida contro il Pontedera il tecnico giallorosso Lerda ha recuperato Abruzzese e Salvi, i quali avevano saltato il primo giorno di allenamenti a causa di uno stato influenzale. Difesa da ridisegnare viste le assenze degli squalificati Lopez e Vinetot: in preallarme Sales e Rullo per le corsie esterne. Inoltre non ci sarà D’Ambrosio: il difensore si è sottoposto a Torino ad intervento chirurgico per l’applicazione di mezzi di sintesi (placche e viti) dopo la frattura bimalleolare alla caviglia destra rimediata a Viareggio.

L’allenatore sta provando sia una centrocampo a quattro sia una mediana a due. In entrambe le situazioni Barraco agisce sul lato mancino. Ancora in differenziato Amodio, Doumbia, Zigoni e Bellazzini.