Nuovi appelli per l’acceleratore lineare di ultima generazione che manca in Puglia

Anche Salvatore Capone si unisce agli appelli lanciati in questi giorni perché la Sanità della Puglia possa dotarsi di un acceleratore lineare di ultima generazione

Salvatore Capone

LECCE- “L’alto tasso di patologie tumorali in Puglia non va né dimenticato né sottaciuto e obbliga la Sanità pugliese a farsi carico di un danno che oggi pagano tutti i cittadini”. Si unisce anche la voce di Salvatore Capone, parlamentare pd, componente Commissione Salute e Affari sociali della Camera, agli appelli lanciati in questi giorni perché la Sanità della Puglia possa dotarsi di un acceleratore lineare di ultima generazione, sconfiggendo i viaggi della speranza e soprattutto arricchendosi di una strumentazione preziosissima nella lotta alle patologie tumorali, anche quelle inoperabili.

Nella lettera inviata stamane al Presidente della Regione Nichi Vendola, all’Assessore al Welfare e Sanità Elena Gentile, al Direttore generale Asl Valdo Mellone, il parlamentare democrat  chiede che si proceda all’acquisto di un macchinario di altissimo livello tecnologico, TrueBeam, Versa HD o altro marchio con eguali caratteristiche, acceleratore lineare di ultima generazione in grado, stando alle lettere e alla divulgazione scientifica, di sostituire l’intervento chirurgico e intervenire con metodo radioterapico e con precisione assoluta su numerose forme di patologie tumorali, soprattutto quelle inoperabili”.