Aia Formica, il Comune presenta ricorso al Tar

Sarà impugnata domani di fronte al Tar la delibera regionale che prinnova la Via alla discarica “Formica” di Brindisi. La decisione presa dalla Giunta Comunale.

discarica formica

BRINDISI- Sarà presentato domani dai legali dell’Ente, il ricorso al Tar di Bari con cui il Comune di Brindisi chiede l’annullamento, previa sospensiva, della determina con cui la Regione Puglia ha rinnovato la Via per la discarica gestita da Formica Ambiente.
La decisione è stata presa in mattinata dalla giunta Consales, pronta a far rilevare “che il parere favorevole con prescrizioni formulato dal Comune nella conferenza di servizi è stato chiaramente rilasciato al netto della Valutazione del Danno Sanitario, anche perché questa valutazione non rientra nelle competenze dell’Ente locale. Lo stesso sindaco Mimmo Consales, subito dopo la conferenza di servizi, fece rilevare alla Regione Puglia ed all’Asl 1 la necessità di effettuare tale imprescindibile accertamento “per escludere danni sanitari correlabili all’esercizio dell’impianti in argomento” e “per una preventiva identificazione degli esiti sanitari indesiderati delle ripercussioni nelle aree circostanti, già gravate da un carico sanitario rilevante”.

I legali del Comune, pertanto, fanno rilevare la violazione del principio di precauzione, la violazione di legge ed un eccesso di potere, oltre alla violazione della legge regionale n. 21 del 2012 contenente “Norme a tutela della salute, dell’ambiente e del territorio sulle emissioni industriali inquinanti per le aree pugliesi già dichiarate ad elevato rischio ambientale”, tra cui figura espressamente l’impianto di contrada Formica a Brindisi.