NCD contro Friolo: “Ha portato solo sterili polemiche. Anche lui un cavallo di Troia”

Dopo la fuoriuscita di Maurizio Friolo da Nuovo Centrodestra, arriva via Facebook la dura critica del maggiorente Alfaniano Ciro Argese. "Friolo - ha detto il cegliese - era un cavallo di Troia"

maurizio_friolo

BRINDISI- Più che una semplice battaglia politica, le vicende brindisine di Nuovo Centrodestra hanno assunto già da tempo le caratteristiche del poema epico. E così, ecco che anche l’ex capogruppo regionale Maurizio Friolo, a margine della sua fuoriuscita con dura critica annessa dal partito Alfaniano, viene tacciato come un uomo solo, anzi, come un cavallo. Ovviamente di Troia.
L’ennesimo riferimento ai versi omerici e all’ingegno dell’astuto Odisseo arriva, questa volta, dal braccio destro e cegliese di Massimo Ferrarese. Ovvero, l’ex coordinatore provinciale dell’Udc, transitato anche lui in NCD, Ciro Argese che, dalla sua pagina Facebook, senza mezze misure, attacca il suo ex collega di partito Friolo.

“Friolo – scrive Argese -e’ entrato, in solitudine nel Nuovo centrodestra solo per fare un mare di sterili ed inutili polemiche, a differenza, invece, di altri che hanno portato tanta gente e non hanno fatto mai polemiche inutili. Abbiamo creato – prosegue il cegliese – 130 circoli nella nostra provincia con migliaia di iscritti, lui nulla. Adesso se ne va’ ,sempre in solitudine, criticando gli altri”.

Argese ci va giù pesante. E se Friolo aveva motivato la sua decisione parlando di “scelte discutibili e mancato rispetto delle regole”, criticando, senza mai nominarlo, il segretario del partito per il Salento MassimO Ferrarese, ecco che dalla città gastronomica arriva la risposta, con toni ancora più duri.

Friolo – scrive Argese, “voleva che si nominasse un coordinatore da lui indicato pur avendo il sostegno di un solo tesserato in Provincia (…sempre lui…). A questo punto devo dire che fa bene chi dubita che fosse solo un cavallo di troia di FI… Noi stavamo e stiamo lavorando a costruire una nuova e grande classe dirigente , lui voleva solo prepararsi alla sua personale campagna elettorale regionale. Noi – conclude l’ex Udc – continueremo a lavorare con entusiasmo e passione per creare un grande Ncd nella nostra provincia”.

In realtà, la presunta solitudine di Friolo è stata smentita dagli attestati di stima arrivati da altri “ex” del pur giovane movimento creato dal vicepremier Angelino Alfano.  Su tutti, i francavillesi Bungaro, Fumagalli e Andrisano, anche loro ormai lontani da Ncd per rientrare nell’area del centrodestra tradizionale.

Tutti additati come cavalli di Troia dimenticando, però, che Ulisse, grazie all’inganno, portò a casa la vittoria, permettendo agli achei di conquistare la città del re Priamo. In questo caso, invece, sembra proprio non aver vinto nessuno.