Visite e consulenze senza ricevuta, psicologo nei guai

Uno psicologo leccese è finito nel mirino della guardia di finanza. Effettuava visite e consulenze senza rilasciare alcuna ricevuta. In 4 anni calcolata un' evasione da 234 mila euro

GUARDIA DI FINANZA CONTROLLO DOCUMENTI CONTABILI ISPEZIONE FISCALE

LECCE- I suoi pazienti lo conoscevano bene e il suo studio professionale era molto frequentato, a giudicare dal giro d’affari che i finanzieri della compagnia di lecce sono riusciti a ricostruire dall’analisi della documentazione.  Lui pero, psicologo leccese, molte delle sue visite e consulenze le eseguiva in nero non facendole risultare da nessuna parte. una volta terminata la seduta mandava a casa i pazienti senza rilasciare alcuna ricevuta fiscale . E così, secondo i calcoli dei militari , in 4 anni lo psicologo avrebbe sottratto al fisco circa 234 mila euro.

Le indagini hanno preso in esame il 2009, 2010, 2011 e 2012. Un arco temporale di 4 anni durante il quale i militari hanno notato un evidente sproporzione la dichiarazione dei redditi e il giro d affari ricostruito attraverso i dati extracontabili e documentazione acquisita nello studio durante le verifiche.

Una dimenticanza che è costata allo psicologo una denuncia e una segnalazione all’agenzia delle entrate.