Aia Formica, Brigante contro il Comune: “Regione costretta, ma ora si annulli proroga”

Proroga Aia alla discarica Formica, il consigliere regionale Giovanni Brigante se la prende con il Comune: "Regione costretta da mancanza di opposizioni". Ma si chiede l'annullamento a Vendola.

discarica formica

BRINDISI- “La Regione Puglia ed il suo assessore, di fronte alla mancanza di opposizione da parte degli enti locali, non potevano esimersi dal concedere il rinnovo dell’AIA rispettando di fatto le volontà espresse dal territorio“. Così l’associazione brindisina Sviluppo e Lavoro, rappresentata in assise Regionale dal consigliere Giovanni Brigante che, sulla proroga Aia alla discarica Formica di Brindisi “salva” l’operato della Regione e se la prende con il Comune.
“Riesce difficile comprendere, alla luce della situazione ambientale in cui versa il territorio di Brindisi, come con leggerezza il comune di Brindisi – si legge in una nota – abbia rilasciato un parere favorevole e la stessa Provincia di Brindisi si sia limitata a contestare la sola validità della scadenza della VIA regionale”

E così – prosegue il comunicato – “l’associazione Sviluppo e Lavoro, preoccupata dalle conseguenze negative che tale atto comporta, ha inteso chiedere al presidente Vendola e all’assessore Nicastro, attraverso il consigliere Brigante, l’immediato annullamento del decreto di rinnovo dell’AIA regionale”