Porto Cesareo, ampliamento non autorizzato in una villa: scatta il sequestro

Avrebbe realizzato illecitamente un immobile costituito da tre vani più accessori, al pian terreno; tre cancelli,un piccolo manufatto rustico per l'alloggiamento dell'autoclave. Nei guai 50enne

abusiVISMO PORTO CESAREO

PORTO CESAREO- Nella giornata di ieri i militari della Stazione di Porto Cesareo, in collaborazione con la Polizia Municipale di Porto Cesareo, hanno deferito in stato di libertà per i reati di abusivismo edilizio e costruzione in assenza di autorizzazione paesaggistica, una cinquantenne, nata a Nardò ma residente a Porto Cesareo.

La donna è accusata di aver realizzato illecitamente – in località “Il Poggio” – , in aggiunta a un piccolo villino già esistente: un immobile costituito da tre vani più accessori, al pian terreno; tre cancelli inseriti in una recinzione muraria già presente; un piccolo manufatto rustico per l’alloggiamento dell’autoclave. Le opere abusive sono state poste sotto sequestro e affidate in custodia giudiziaria alla proprietaria.