Il “giallo” degli ortopedici: salta il trasferimento concordato con loro

Si sta rivelando un giallo il trasferimento di alcuni primari di ortopedia di Lecce e Gallipoli: era stato accordato con loro, ma revocato dalla Regione

ospedale 'vito fazzi'

LECCE- Il trasferimento degli ortopedici nella Asl di Lecce si trasforma in una sorta di “giallo”: Giuseppe Rollo, negli ultimi anni transitato al Miulli di Acquaviva delle Fonti, tornerà al Vito Fazzi, dove era in aspettativa, mentre l’attuale primario, Mauro Portaluri, rientrerà al Sacro Cuore di Gallipoli. Eppure, la Asl, con il consenso di entrambi i medici, aveva stabilito di fare l’esatto contrario, anche nell’ottica di dare a Rollo la guida del Polo ortopedico traumatologico e riabilitativo che, come annunciato da Vendola, dovrà sorgere proprio a Gallipoli. La Regione, tuttavia, nonostante il trasferimento concordato con i due primari, ha ritenuto illegittima la procedura della Asl.

E i malumori ora si fanno sentire, pesantemente. I consiglieri del gruppo PdL/FI Erio Congedo e Antonio Barba presenteranno una interrogazione alla giunta regionale sul problema del possibile ridimensionamento del reparto di Ortopedia del Sacro Cuore di Gallipoli e, più in generale, sui risvolti della girandola di nomine che sarebbero in arrivo in diverse strutture della Asl di Lecce.

“Da operatori sanitari, personale infermieristico e soprattutto da pazienti – fanno sapere Congedo e Barba – giunge il malcontento a seguito dello stravolgimento delle dirigenze del reparto gallipolino, come risulta dal piano di avvicendamenti stabilito del 28 febbraio scorso. Proprio quel reparto, nel corso degli ultimi anni, ha conosciuto una notevole crescita nella qualità e quantità delle prestazioni effettuate, passando ad esempio da 400 interventi del 2006 ai 1.300 del 2010, con contestuale incremento del grado di apprezzamento dell’offerta sanitaria da parte dell’utenza”.