Controllo caldaie, proposta di anticipo dei pagamenti per salvare i lavoratori Vit

La Vit, cooperativa magliese che ha l'appalto dei controlli, chiede al comune di Lecce un anticipo delle somme: c'è bisogno di una boccata d'ossigeno.

caldaie

LECCE- Entro giugno sarà necessario pagare la dichiarazione biennale di buona tenuta degli impianti termici: 25 euro circa a impianto. La Vit, cooperativa magliese che ha l’appalto dei controlli, chiede al comune di Lecce un anticipo delle somme, anche perché il contratto scadrà a giugno e prima di quella data c’è bisogno di una boccata d’ossigeno.

La Vit ha problemi di cassa, si sta arretrando con gli stipendi e un anticipo delle somme potrebbe evitare di far precipitare la situazione. In mattinata, si è tenuta una riunione a Palazzo Carafa, ma tutto è stato rinviato a giovedì, perché è necessario informare le opposizioni e chiedere il loro parere. Torricelli ha chiesto del tempo per esaminare la delibera. “Chiederemo ai cittadini solo di anticipare le somme dovute per il biennio: il pagamento a giugno, anziché a dicembre, per aiutare i lavoratori” – ha spiegato l’assessore Andrea Guido. In altre parole, un anticipo di qualche mese della somma prevista per tutti gli utenti, opposizioni permettendo.