Europee, Berlusconi vuole scendere in campo nel collegio Sud

La sfida interna al centrodestra pugliese continua: in campo per il collegio sud potrebbe esserci anche Berlusconi insieme a Fitto, ma bisognerà fare i conti con la legge Severino: Ferrarese si prepara a una corsa difficile: chiuso il patto con Cassano, Mazzotta punta alla segreteria regionale Ncd

BERLUSCONI-2

ROMA- E’ cominciata già da un po’ la corsa all’europarlamento. Nel centrodestra c’è una sfida nella sfida: è quella tra Forza Italia e i seguaci di Alfano. La nomina a sottosegretario del senatore del Nuovo centrodestra è un’altra mossa mirata a insidiare la roccaforte fittiana.

La battaglia non sarà facile per i seguaci del Nuovo centrodestra, anche perché, nel collegio sud, potrebbe scendere in campo direttamente Silvio Berlusconi, che affiancherebbe Fitto. Il Cavaliere, secondo le ultime indiscrezioni avrebbe voglia di candidarsi nel collegio sud, ma c’è uno scoglio difficile da superare: la legge Severino prevede l’incadidabilità per le condanne in via definitiva. Il nodo della candidatura di Berlusconi dovrebbe essere risolto la settimana prossima, con uno staff di avvocati, anche perché bisogna capire se un’eventuale candidatura contro legge potrebbe produrre guai per l’intera lista. Le preferenze sono tre e, quindi, Raffaele Baldassarre potrebbe essere avvantaggiato dalla discesa in campo di Fitto. Tra gli uescenti in in corsa per Forza Italia anche Silvestris e Matera.

Il candidato per le Europee su cui punta il Nuovo centrodestra pugliese è Massimo Ferrarese. “Me lo chiedono a livello nazionale e regionale, ma non ho sciolto le riserve, pur essendo una sfida affascinate”, spiega l’ex presidente della provincia di Brindisi. In realtà, c’è un accordo dietro: in cambio dell‘appoggio pugliese alla nomina a sottosegreterio di Massimo Cassano, quest’ultimo si è impegnato a sostenere e a portare in Europa Ferrarese.

Giancarlo Mazzotta invece punta alla segreteria regionale del Nuovo Centrodestra. Al momento sta dialogando con i vertici romani per raggiungere questo obiettivo, visto anche che in Puglia ha ottenuto buoni numeri con la nascita dei circoli.

Ferrarese deve fare i conti con le candidature della Campania e con la Mazzoni, sostenuta da Quagliariello. Nel collegio sud il Nuovo centrodestra si aspetta di eleggere 3 candidati e di chiudere l’accordo con Udc e Popolari. La sfida interna al centrodestra è già cominciata.