Da Roma nel Salento, furti a Leverano e Copertino: in manette 4 nomadi

Irruzione in casa da parte di un gruppo di nomadi. Tre donne ed un uomo, giunti da Roma con intenzioni tutt'altro che buone, sono stati bloccati ed arrestati dai carabinieri.

FOTO ZINGARO 1

LEVERANO –Da Roma in provincia di Lecce per mettere a segno dei furti.Quattro nomadi, tre donne ed un uomo, sono stati arrestati dai carabinieri dopo un paio di episodi registrati in due appartamenti: uno a Leverano, l’altro a Copertino. Rispondono tutti di furto in abitazione continuato e aggravato e di violenza sulla cose.

A Leverano le tre donne, di 28, 29 e 60 anni, sono entrate in un appartamento convinte, evidentemente di trovarlo vuoto, ma così non è statoIn salotto vi erano i proprietari, marito e moglie. A quel punto, con un gesto inaspettato, che ha lasciato esterrefatta la coppia, le due zingare più giovani hanno dato un bacio sulla guancia ad entrambi quindi, con fare tranquillo, sono andate via salutando i padroni di casa come se nulla fosse. A questo punto l’uomo, dopo aver notato che le tre nomadi salivano su una Panda alla cui guida vi era un ragazzo, ha pensato bene di seguire il gruppetto per capire quali fossero le intenzioni. Nel frattempo ha allertato i carabinieri.

L’inseguimento è durato poco. I malviventi, infatti, dopo essersi resi conto di essere braccati, sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

La loro presenza, tuttavia, non è sfuggita ad una pattuglia di militari di Copertino, già allertati dai colleghi. Qui avevano preso di mira un’altra abitazione. Ma anche in questo caso non avrebbero portato via nulla. Dopo aver forzato la porta hanno messo a soqquadro tutte le stanze. La Fiat Panda, sequestrata, è risultata noleggiata a Roma. I quattro, su disposizione dei PM di turno, Roberta Licci, sono stati condotti in carcere.

FOTO ZINGARA 4

 

FOTO ZINGARA 3

 

FOTO ZINGARA 2