Beccati con tre “jammer” nell’auto, in due rimediano una denuncia

In auto con tre “jammer”, ovvero disturbatori di frequenze cellulari: nei guai un ex sorvegliato speciale e un 32enne

carabinieri

MANDURIA- I Carabinieri della locale Aliquota Operativa, hanno fermato, un quarantaquattrenne ex sorvegliato speciale di pubblica sicurezza ed un trentaduenne anch’egli censurato, entrambi di Manduria, con precedenti penali. I due, che viaggiavano a bordo di un’Audi, si aggiravano con fare sospetto per le strade rurali delle campagne manduriane.

I militari operanti, insospettitisi, li hanno immediatamente sottoposti a perquisizione personale e veicolare, rinvenendo all’interno dell’abitacolo della vettura, tre dispositivi tipo “jammer”, ovvero disturbatori di frequenze cellulari, con la particolarità che due di questi, date le piccole dimensioni, erano stati abilmente occultati all’interno di un pacchetto di sigarette, e pertanto potenzialmente utilizzabili per la commissione reati, senza destare il ben che minimo sospetto.

I due su concorde avviso del Pubblico Ministero, sono stati denunciati a norma dell’art. 617 bis del codice penale “installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche”.