Posidonia sequestrata, il Comune promette: “La smaltiremo subito”

Dopo il sequestro, in mattinata, è già pronto il progetto per portare a smaltimento i cumulo di posidonia abbancati a San Cataldo

posidonia

SAN CATALDO- Dopo il sequestro bis di ieri, i cumuli di posidonia abbancati a San Cataldo saranno smaltiti in tutta fretta. È quanto assicurano da Palazzo Carafa, dove in mattinata il dirigente dell’Ufficio ambiente, Fernando Bonocuore, ora custode giudiziario del sito, ha stilato il progetto per portare a smaltimento subito le alghe dragate. Verrà effettuata prima una cernita per separare la posidonia dalla sabbia e dai rifiuti e poi dovranno essere conferiti i cumuli nel biostabilizzatore. Nessun riutilizzo delle alghe per il ripascimento del litorale. Dopo l’ultimo dragaggio, infatti, sono state inficiate le analisi già eseguite su una parte dei rifiuti depositati. Per evitare le lungaggini, si opterà direttamente per lo smaltimento.