Il Lecce incalza Perugia e Frosinone

A Gubbio il Lecce vince 2-1 e avvicina Perugia Frosinone: i giallorossi tornano a sperare nella promozione diretta.

lecce calcio

LECCE- Il Lecce conquista altri tre punti, ma il risultato finale con il Gubbio lo sancisce solo il direttore di gara quando manda le due squadre a fare la doccia. Lerda è felice, lo sarà ancora di più quando arriverà la notizia della sconfitta del Frosinone a Pontedera.

La capolista Frosinone è rimasta al palo, il Perugia quasi. A non buttare via l’occasione di avvicinarsi alle due battistrada è stato il Lecce, vittorioso a Gubbio e che ha il solo torto di non chiudere la partita. Il successo del Lecce è meritato perché il Gubbio, nel primo tempo tira in porta una sola volta, e fa male. Nel secondo tempo i padroni di casa provano ad alzare il ritmo, ma mettono in allarme la difesa solo nel finale quando Caglioni tiene a battesimo il suo esordio in giallorosso nella maniera migliore.

La difesa agganciata ad un perno come Martinez si è mossa con sicurezza tranne che in occasione del gol di Malaccari. A destra D’Ambrosio non ha avuto molto campo per scardinare le posizioni di guardia avversarie mentre a sinistra Lopez ha spesso limitato i suoi rientri grazie anche all’ottimo lavoro nella zona centrale dove gli avversari faticavano a far salire il proprio baricentro e Schetter, in avanti, non trovava la collaborazione adeguata.

Come detto meglio nel secondo tempo la formazione eugubina quando il Lecce si è reso seriamente pericoloso dopo l’ingresso di Miccoli. L’attaccante ha prima cercato di sorprendere il portiere su calcio piazzato; dopo si è visto deviare un pallone destinato nell’angolino. Lerda spiega la scelta di lasciarlo in panchina.

Positiva ancora una volta, non perché corredato dal gol, la prestazione di Giacomo Beretta. Scontata la sua presenza in campo, meno la decisione di spedire in tribuna Doumbia, ma in panchina come difensori oltre a Sales c’era solo Versienti. Beretta si è visto spesso tornare quasi nella propria trequarti: cresce il livello di interpretazione del ruolo come lo vuole Lerda. In occasione del raddoppio Beretta si trova dalla parte opposta dove raccoglie l’assist di Zigoni prezioso nelle sponde e vicino anche lui alla marcatura prima di lasciare il posto a Barraco ancora un po’ lontano dalla migliore condizione fisica.

La preparazione del Lecce è già ripresa. La settimana è cortissima poiché il Lecce venerdì prossimo sarà di nuovo in campo nell’anticipo contro l’Ascoli.