Ecotassa, Mazzei: “Nicastro non è informato, impianto di Calimera solo per 30mila tonnellate”

Mazzei: "Mi meraviglia il fatto che la Regione, tramite il suo Assessore all’Ambiente Nicastro, continui a dare numeri errati. La Regione farebbe bene a dotarsi di un piano reale"

ecotassa

CALIMERA- “Le notizie apparse in questi giorni in merito allo spettro dell’Ecotassa decisa dalla Regione Puglia e l’impossibilità per i Comuni di aumentare la percentuale di raccolta differenziata per la carenza degli impianti di compostaggio, mi spingono ad un intervento per chiarire che l’impianto di compostaggio in fase di costruzione nel Comune di Calimera potrà trattare frazione umida fino ad un massimo di 30.000 tonnellate annue”, afferma Mazzei.

“Mi meraviglia il fatto che la Regione, tramite il suo Assessore all’Ambiente Nicastro, continui a dare numeri errati che prevedrebbero la possibilità di smaltire 100.000 tonnellate annue, cercando di giustificare una Tassa iniqua che verrà applicata ai cittadini salentini indiscriminatamente.

La Regione farebbe bene a dotarsi di un piano reale, visto che quello approvato a novembre 2013 è carente degli elementi essenziali, prevedendo nella Provincia di Lecce gli altri impianti necessari a smaltire la frazione umida prodotta nel territorio. Il principio che ogni provincia diventi autosufficiente è l’unico che abbia un senso logico -conclude- Nel frattempo Vendola adotti un provvedimento di rinvio dell’applicazione dell’Ecotassa fino a quando non avrà dotato il territorio degli impianti necessari”.