Lecce, battere il Gubbio per crederci di più

L’anticipo tra Perugia e Benevento finisce con un punto a testa e in caso di vittoria a Gubbio, il Lecce potrebbe ridurre ad appena tre lunghezze la distanza dal secondo posto. Lerda studia qualche variazione per scardinare la difesa umbra.

lecce calcio

LECCE-  Il Lecce conserva due punti di vantaggio sul Benevento e vede salire a sei il gap di punti dal Perugia. L’anticipo di campionato tra le squadre di Camplone e Brini, terminato a  reti inviolate potrebbe agevolare la squadra di mister Lerda che però è chiamata a svolgere nel migliore dei modi il proprio compito sul campo del Gubbio per non vanificare quella che potrebbe essere una giornata di campionato propizia.

Vincendo il Lecce si porterebbe a piu’ cinque in classifica dal Benevento, allontanando dunque l’insidia di un possibile aggancio, al tempo stesso però guadagnerebbe due punti sul Perugia che quindi sarebbe di fatto nel mirino dei giallorossi con soli tre punti di vantaggio. Tutte ipotesi e calcoli che si potrebbero fare al termine della gara che il Lecce disputerà a Gubbio domenica alle 12.30 in caso di successo.

Sulla scia delle vittorie ottenute a Barletta e contro la Paganese, la squadra giallorossa è catapultata con la mente al prossimo impegno di campionato, che a dire il vero sulla carta non risulta proibitivo. Ma si sa nel calcio nulla c’è di scontato ed ecco quindi che trova fondamento anche il monito di mister Lerda che predica prudenza. Rispetto per il Gubbio, ma nessun timore nell’affrontare una squadra che naviga a vista nella zona medio bassa della classifica appena fuori dalla zona play off. Fatta eccezione per la sconfitta maturata nell’ultimo turno con il Benevento, il Gubbio è reduce da tre vittorie consecutive. Una squadra che il presidente ha spedito in ritiro dopo la deludente prestazione di domenica scorsa e dalla quale il numero uno della società si attende un riscatto immediato proprio nel match con il Lecce.

La squadra di Lerda invece non ha particolari problemi. Semmai il tecnico ha l’imbarazzo della scelta perché eccezione fatta per lo squalificato Vinetot e gli indisponibili Sacilotto, Bellazzini e Rullo, l’organico è al gran completo. In difesa dovrebbe tornare Martinez a fare coppia con Abruzzese con Lopez e D’Ambrosio laterali bassi. Davanti alla difesa si ricompatta l’asse Amodio – Papini. Sulle corsie esterne potrebbero esserci le novità piu’ importanti.

Se a destra in ballottaggio ci sarebbero Ferreira Pinto e Barracco, sull’out di sinistra una maglia da titolare è contesa da Doumbià e Beretta. Miccoli dovrebbe essere il terminale offensivo di riferimento. La storia ci regala un solo precedente, guardando alle gare disputate in terra umbra.

Un 1-1 maturato nella stagione 47/48 in serie B. A dirigere il match sarà il signor Valerio Marini che registra due presenza con i giallorossi entrambi positivi. Il Lecce infatti vinse con la Cremonese 3-2 lo scorso anno e nella stagione in corso con la Nocerina 3 – 0.