Taranto, conti in regola

Non ci sono debiti con i propri tesserati: è quanto è emerso dal cda del Taranto calcio tenutosi ieri. Servono però altri fondi per concludere regolarmente la stagione.

TIM

TARANTO- Il Taranto calcio non ha debiti con i propri tesserati, ma per chiudere la stagione pare occorrano circa 500 mila euro. Non manca l’ottimismo in casa rossoblù dopo il cda che si è tenuto in prima serata giovedì alla presenza dei due massimi esponenti della società, Nardoni e Petrelli, i quali hanno illustrato ad oggi la situazione economico-finanziaria del club ionico.

La sicurezza, però, di poter chiudere la stagione non c’è e per navigare in acque tranquille occorrono circa 500 mila euro. C’è ottimismo tuttavia nella dirigenza perché la prospettiva di una promozione in Lega Pro dovrebbe stimolare nuovi finanziatori.  Durante la riunione è stato nominato consulente legale l’avvocato Gianluca Mongelli.

La squadra continua, intanto, a preparare la partita di Lucera contro il San Severo. La formazione tarantina punta alla vittoria per consolidare la propria posizione in classifica e approfittare, magari, di un passo falso delle squadre che la precedono in graduatoria: il Marcianise e la capolista Matera.

A dieci giornate dalla conclusione della stagione regolare, il Taranto non può più sbagliare . La formazione tarantina affronterà in successione San Severo, Puteolana, Grottaglie, Gladiator e Gelbison. Un calendario agevole, sulla carta, ma che nasconderà sicuramente delle insidie.

Per la partita di domenica prossima il tecnico rossoblù Papagni non potrà contare su Caiazzo fermato dal giudice sportivo per un turno. L’allenatore biscegliese non potrà contare neppure su Carloto. E’ rientrato, invece, l’allarme per Riccio, il quale dovrebbe essere regolarmente tra i convocati per la trasferta in terra dauna.

Saranno valutate nel corso dell’ultimo allenamento le condizioni di di Mignogna e Ciarcià, due calciatori sui quali Papagni fa molto affidamento. A disposizione dell’allenatore tarantino tornerà Viscuso, il quale ha scontato il turno di squalifica.

Designato l’arbitro dell’incontro: a dirigere la sfida sarà Zingarelli di Siena