Discarica Rei, certificata la compatibilità con il Prg di Galatone

Con il Consiglio provinciale di oggi si è chiusa la fase di verifica sulle autorizzazioni della Rei: per il dirigente corsini è tutto in regola, carte alla mano. Da registrare l'esordio dei due nuovi assessori

rei

LECCE- Ancora una volta al centro della discussione del Consiglio provinciale è tornata la discarica di cemento amianto Rei di Galatone. Frasca, Siciliano e Durante avevano chiesto approfondimenti e oggi il dirigente Corsini ha definitivamente chiarito che è tutto in regola: l’ampliamento della discarica è in linea con il Prg di Galatone, perché c’è stata un’autorizzazione che ha sanato automaticamente la variante al progetto, come prevedeva la legge.

Il presidente Gabellone ha garantito che la provincia continuerà a tenere gli occhi puntati sulla discarica, ma dal punto di vista delle procedure e delle autorizzazioni la legge è stata pienamente rispettata. Frasca ha insistito sulla necessità di tutelare la popolazione e il presidente si è impegnato a tenere alta la guardia.

Tra le notizie degne di nota c’era anche l’esordio di Nunzia Brandi e Fernanda Metrangolo nelle file della giunta Gabellone. Il presidente ha ringraziato le uscenti D’Antini e Rucco e ha spiegato, che pur essendoci poco tempo, le due nuove arrivate avranno molto da fare.

Approvati anche i debiti fuori bilancio, ma il Pd non ha partecipato al voto.