Imprenditoria femminile, l’opportunità del Fondo di garanzia dopo il calo del 2013

Imprenditoria femminile leccese in leggero calo, ma rappresenta quasi il 24 per cento del totale delle imprese. Oggi esiste un fondo di garanzia per le imprese femminili le cui risorse ammontano a 20 milioni di euro.

DONNE IMPRESA

LECCE- L’imprenditoria femminile può crescere, ci sono le possibilità per invertire il calo che si sta registrando per tutte le imprese del Salento. Esiste anche un fondo di garanzia per le imprese femminili, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, le cui risorse ammontano a 20 milioni di euro. Lo ricorda la presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, Roberta Mazzotta, che invita tutte le imprenditrici a cogliere l’opportunità.
Sono 17.243 le imprese femminili nella provincia di Lecce registrate al 31 dicembre 2013, quasi il 24 per cento del totale delle imprese salentine. Osservando l’andamento economico degli ultimi 3 anni, le imprese femminili hanno subito una leggera decrescita: si è passati dalla 17.603 imprese del 2011 alle 17.243 del 2013.

Il tasso di sviluppo è passato dal + 1,46 al – 0,17 per cento. Ecco perché l’occasione dei fondi della Presidenza del Consiglio dei ministri diventa ghiotta per riportare il segno più nelle rilevazioni. L’accesso al credito sarà più facile con questo fondo di garanzia: saranno stanziati 20 milioni mediante la concessione di agevolazioni nella forma di garanzia diretta, Cogaranzia e Controgaranzia, a copertura di operazioni finanziarie finalizzate all’attività di impresa.