Blasi contro tutti. Per D’Alema spunta l’ipotesi di un incarico in Europa

Sergio Blasi dopo aver attaccato duramente Emiliano, stronca Loredana Capone. Intanto il sindaco di Bari dirige i giochi pugliesi e flirta anche il Nuovo centrodestra.

Sergio Blasi

LECCE- L’effetto Renzi ha messo in fibrillazione il centrosinistra. Intanto, c’è da registrare il fuoco amico di Sergio Blasi, che prima ha attaccato il metodo Emiliano e ieri ha lanciato dure accuse anche contro Loredana Capone, rimproverandole di non essere stata capace di difendere il Salento nella delibera della giunta Vendola per le assunzioni nella sanità, solo 29 posti per l’Asl leccese su 703.

L’assessore allo Sviluppo ha preferito non rispondere. Elena Gentile, però, ha replicato che il Salento non è penalizzato, ma sono state rispettate le leggi. “Infatti – ha spiegato l’assessore alla Sanità – nella mia Foggia sono stati assunti solo 26 operatori e medici”.

Lo scontro sulla sanità interno al centrosinistra è destinato a continuare. Per qualcuno Sergio Blasi avrebbe solo cominciato la sua campagna elettorale per le europee. Potrebbe esserci qualche speranza in più ora che l’ipotesi della candidatura di Massimo D’Alema sembra sfumare. L’ex premier potrebbe aver chiuso un accordo con Renzi per un incarico europeo. Il padrone assoluto dei giochi pugliesi resta sempre Emiliano e in molti sono costretti a turarsi il naso.

Il nuovo segretario regionale prova a estendere la sua influenza anche a Roma, dove sembra che lo attenda un posto di sottosegretario alle Infrastrutture. Emiliano, inoltre, dovrà guidare le liste del Pd per le europee. Il sindaco uscente sta giocando la sua partita su diversi tavoli: anche nelle importanti elezioni per la città di Bari, sembra che l’accordo tra il Nuovo centrodestra e Di Paola non lo preoccupi più di tanto, perché, sotto sotto, tra lui e Massimo Cassano ci sarebbe un certo feeling. Forse si tratta solo di dietrologia e malignità, ma sicuramente il Nuovo centrodestra converge su Di Paola, candidato scelto da Forza Italia, turandosi il naso.