Flash mob Marò, da piazza Sant’Oronzo il grido ‘Liberi adesso’

'Liberi adesso': è il grido che si è alzato da piazza Sant'Oronzo, a Lecce. E' stato pronunciato dai tanti partecipanti al 'flash mob' anche nel resto delle piazze italiane

marò copy

LECCE- E mentre Paola Moschetti, compagna del Marò tarantino Massimiliano Latorre e Vania Ardito, moglie di Salvatore Girone, non perdono occasione per chiedere a gran voce il rimpatrio di compagno e marito, l’ Italia si mobilità con un flash mob.

‘Liberi adesso’: è il grido che si è alzato dalle piazze di tante città italiane, pronunciato dai partecipanti al ‘flash mob’, organizzato in occasione dell’anniversario del fermo, avvenuto da parte dell’India dei due fucilieri di Marina, trattenuti da due anni in India.

L’iniziativa, organizzata dal gruppo Leone di San Marco, ha visto la partecipazione di tanti cittadini e associazioni d’arma sparse sul territorio nazionale e all’estero. A Lecce, la manifestazione è stata organizzata in Piazza Sant’Oronzo.

“Brindisi per i suoi marò” -c’era scritto sui cartelli- “per ribadire il supporto della città ai suoi fucilieri ingiustamente trattenuti in india”.  Una piccola manifestazione spontanea per far sentire il supporto di chi ha indossato la divisa ed ora è vicino ai due giovani militari.

 

 

marò3 copy

 

 

marò2 copy

 

 

 

marò copy