Ulivi infetti, l’Ue conferma (per ora) le misure anticontagio di dicembre

LECCE- Dopo due mesi e nel pieno dell’ispezione dei commissari europei, è stata ufficializzata la decisione relativa alle misure anticontagio varate dalla regione puglia a dicembre. Non era scontato che avvenisse e il ritardo ha tenuto tutti col fiato sospeso. La notizia è apparsa sulla gazzetta ufficiale dell’Unione europea, a firma del commissario alla salute Tonio Borg.
La conseguenza è che, dunque, viene ora confermato il piano che prevede la non eradicazione delle piante e il blocco della movimentazione dei materiali vegetali solo per i vivai della provincia di Lecce e non anche di Taranto e Brindisi.

La nuova verifica si avrà prima del 30 aprile prossimo. Ieri, nel frattempo, si è conclusa la visita degli ispettori della Direzione generale tutela e salute dei consumatori. Dopo i sopralluoghi in campagna e nei garden e dopo le riunioni tecniche a Bari, il verdetto è stato chiaro: bisogna accelerare i tempi della ricerca e gli interventi nelle aree ancora indenni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*