Taranto, Papagni suona la carica. Ultrà in sciopero per 10 minuti

Papagni vuole l'immediato riscatto della sua squadra nel derby con il Brindisi. I tifosi rossoblu attueranno lo sciopero del tifo per 10 minuti per solidarietà agli ultras biancazzurri a cui la trasferta è stata vietata.

papagni2

TARANTO-  Fare tesoro degli errori commessi nella sconfitta con la Turris e mettere in campo agonismo e determinazione puntando alla vittoria. Mister Papagni indica la strada ai suoi ragazzi per riprendere il discorso aggancio alla vetta fermato di colpo domenica scorsa con una battuta di arresto davvero inaspettata.

Il derby è una partita molto delicata per il tecnico soprattutto perchè il Brindisi è una squadra forte e ben attrezzata guidata da un allenatore molto preparato. Le parole del tecnico rossoblu’ mettono in guardia il suo Taranto e soprattutto suonano da monito. Idee chiare da parte di Papagni anche sull’atteggiamento da adottare nel derby. Il suo Taranto non dovrà essere passivo come accaduto con la Turris, serviranno determinazione e compattezza per assicurarsi quella continuità che alla squadra jonica sembra mancare nei momenti topici della stagione. 

Se sarà derby in campo non lo sarà sugli sèpalti dal momento che la trasferta è stata vietata ai tifosi del Brindisi. La Curva Nord del Taranto, con un comunicato, ha espresso il proprio disappunto nei confronti della decisione dell’osservatorio di vietare la trasferta ai sostenitori e agli Ultras brindisini. “La nostra solidarietà- hanno scritto – “è rivolta anche ai nostri fuorisede, nuovamente privati del diritto di assistere a una gara della propria squadra. In un sistema che fa ormai acqua da tutte le parti, non è possibile assistere a una gara di calcio con due squadre diverse in campo e una sola tifoseria sugli spalti. Per questo motivo, a difesa della nostra mentalità, ci asterremo dal tifare per i primi 10 minuti di gioco.”